Progetti Gestioni Ecologiche

La PGE nasce nei primi anni settanta come emanazione del Centro Studi della Barbariga per realizzare un’intuizione utopistica di Angelo Dalle Molle, ideatore e proprietario del gruppo Cynar nonché Fondatore del Centro Studi. L’idea di Angelo Dalle Molle era il risanamento dei centri storici delle grandi città dall’inquinamento dal rumore e dal numero dei veicoli a scoppio con la preclusione alla circolazione dei veicoli tradizionali, realizzando un sistema di noleggio computerizzato di veicoli elettrici a guida personale. Questo sistema doveva ridurre a zero il rumore e ad un decimo la presenza di veicoli in circolazione.

Venne così costituita la PGE (Progetti Gestioni Ecologiche) con lo scopo di progettazione e realizzazione di prototipi di autoveicoli a trazione elettrica.

Contemporaneamente il Centro Studi della Barbariga, in collaborazione con alcuni docenti dell’Università di Padova, avviava la progettazione di un sistema di stazioni di ricarica e noleggio dei veicoli elettrici. Dalla costituzione, fino alla fine degli anni ottanta, la PGE ha omologato cinque tipi di veicoli 3P, TAXI, TAXI MERCI, VAN8 e VAN8 Ambulanza, realizzando alcune centinaia di prototipi e  partecipando a “ Progetti finalizzati al trasporto elettrico” in collaborazione con FIAT, ENEL, AGIP e con l’Università di Bruxelles. Non c’è stato una progettazione preventiva dei veicoli, ma una realizzazione di modelli modificando, inizialmente, il pianale della Fiat 127 e realizzando i disegni definitivi a costruzione avvenuta. L’unico esemplare che ha una paternità certa è il VAN8 la cui cabina è stata realizzata in collaborazione con l’Ing. Enrico De Vita.

Oltre alla produzione dei veicoli la PGE, per ovviare la problema di erogazione irregolare di energia delle batterie, ha iniziato una sperimentazione sul modo di utilizzo e studio sulla ricarica della batteria, per assicurare il funzionamento regolare per l’intera vita delle batterie.

Agli inizi degli anni novanta si è resa necessaria l’adeguamento dei veicoli per renderli conformi alle direttive CEE che nel frattempo erano entrate in vigore. L’alto costo che questo comportava, ha portato all’abbandono della produzione di quei veicoli che avrebbero richiesto troppi investimenti per l’omologazione.

Ci si è così concentrati sui veicoli più piccoli realizzando dei prototipi che rispondessero alle Direttive CEE vigenti, purtroppo il decesso di Angelo Dalle Molle e l’entrata in vigore di nuove norme sempre più restrittive, non ha permesso di proseguire nell’attività e la PGE è stata liquidata  nel 2003.